chevron_right Chi siamo chevron_right Cosa Facciamo chevron_right Dove siamo chevron_right Contatti chevron_right Donazioni
collections GALLERY 59
info_outline INFO
location_on [sede legale] Via de’ Mazzamuti, 7 - 59100 Prato
location_on [sede operativa] Ospedale Santo Stefano, Primo piano - Presso accoglienza I.T.T. in Via Suor Niccolina Infermiera, 20 - 59100 Prato
phone 0574 60 75 48
print 0574 60 75 48
email info@fondazionesandropitigliani.it
alternate_email fondazionesandropitigliani@messaggipec.it
send CONTATTACI
Seguici su:

La Nazione - CRONACA PRATO - 30-04-2018

date_range 30 Marzo 2018 access_time 23.20.23

La Nazione - CRONACA PRATO

La grande cena dei club per la cuffia di ghiaccio
Donazioni anche da parte di assessori e consiglieri

I CONSIGLIERI comunali contribuiscono al progetto della Fondazione Sandro Pitigliani «La paura non può fermare la cura» per l’acquisto di uno speciale casco refrigerante, una strumentazione innovativa che combatte la caduta dei capelli durante il trattamento chemioterapico, che sarà donata all’ospedale Santo Stefano di Prato. Ieri nella seduta di consiglio comunale, su proposta della presidente Ilaria Santi, con un bel gesto solidale i consiglieri hanno devoluto il gettone di presenza a questo scopo (gli assessori senza gettone hanno elargito l’equivalente del gettone). E proprio per sostenere l’impegno della Fondazione Sandro Pitigliani i club service pratesi Rotary, Rotary Lippi, Soroptimist, Lions Host, Lions Datini, Lions Centro, Lions Malaparte, Lions Castello, Lions Montemurlo, Lions Poggio a Caiano-Carmignano medicei, Kiwanis, con l’iniziativa «C’ho Prato in testa» hanno organizzato una cena in programma per giovedì 12 aprile alle 20 al teatro Politeama Pratese. L’intero ricavato della cena sarà devoluto alla Fondazione che sostiene il dipartimento oncologico dell’ospedale Santo Stefano nell’assistenza al paziente e nella ricerca applicata e provvederà all’acquisto della strumentazione da installare in ospedale. La cena sarà curata gratuitamente da Stefano Bonfanti di «La voglia di ricevimenti di classe» con i prodotti messi a disposizione da Conad e da altre aziende pratesi con il coinvolgimento di tanta parte dalla città pronta a fare la propria parte e a sostenere l’iniziativa. Giovannella Pitigliani, presidente della Fondazione, manifesta tutta la sua emozione: «Sono davvero grata a questa città che fin dal 1979 ha contribuito con noi a realizzare i nostri progetti per i malati oncologici. Quando il dottor Di Leo, responsabile del dipartimento oncologico dell’ospedale mi parlò del casco refrigerante - racconta - pensai immediatamente che l’ospedale di Prato doveva esserne dotato. La strumentazione costa 75.000 euro e le persone con slancio hanno risposto subito all’appello per disporre di un supporto efficace a sostegno di chi deve sottoporsi a terapie oncologiche. Questo strumento che sarà al servizio di donne e uomini potrà essere particolarmente importante per le donne che sono turbate e provate dalla perdita dei capelli dopo la chemioterapia. Così potranno affrontare le cure con più serenità. Per raggiungere il nostro obiettivo - prosegue - abbiamo già raccolto ventimila euro con piccole iniziative ed altre, grandi e piccole, ce ne saranno nei prossimi mesi. Questa città ha un cuore generoso e lo testimonia sempre, con tanto calore, consapevole di partecipare alla realizzazione di traguardi importanti».

Marilena Chiti